Kit All Grain di Birramia: Ricetta e Video-cotta della Session IPA

0
86
Kit All Grain di Birramia: La ricetta della Session IPA
Kit All Grain di Birramia: La ricetta della Session IPA

Carattere importante e complesso dal grado alcolico sottile e delicato, sono questi i dettagli della Session Ipa, birra dalla particolare tendenza luppolata che racchiude una bevuta facile e dissetante. In questo articolo parleremo di come realizzare una Session IPA tra i fornelli di casa grazie al Kit All Grain di Birramia, fornendo ricetta e informazioni sulla cotta. Alla fine e solo alla fine, vi lascerò alla video-cotta pubblicata su Youtube. Mi raccomando però, iscrivetevi al canale!

Indice

Cosa comprende il Kit All Grain Birramia per la Session IPA

kit birramia

Il kit realizzato in collaborazione col Birrificio Nemus, realtà brassicola nata nel 2018 nei pressi di Lucca, è pensato per la produzione di una Session Ipa in All Grain con ingredienti e ricetta a seguito. Ogni ingrediente è dosato e confezionato, quindi pronto per essere utilizzato fin da subito.

Ingredienti kit all grain

La confezione è composta da una miscela di malti (Best Ale, Dark Munich e Crystal), già macinati. Si troveranno anche i luppoli in pellet (Target, Fuggles ed E.K. Goldings), numerati in base alla sequenza d’impiego, e 1 bustina di lievito secco.

Ricetta della Session IPA per 23 l di birra

Malti

  • Best Ale 5 kg;
  • Dark Munich 350 gr;
  • Crystal 260 gr.

Luppoli

  • Target, 1° inserimento 60 min;
  • Fuggles, 2° inserimento 30 min;
  • E.K. Goldings, 3° inserimento 5 min.

Lievito

Torna all’indice!

Gli strumenti da utilizzare

kit fermentazione

N.B.: Alcuni di questi strumenti sono contenuti nel kit di fermentazione. Per altre attrezzature e per sapere dove acquistarli dai un’occhiata qui!

Informazioni sulla cotta

  • Tecnica: All Grain;
  • Stile: Session IPA;
  • OG Stimata: 1.051;
  • IBU Stimato: 47;
  • Colore EBC: 19,7;
  • FG Stimata: 1.010/1.012;
  • Gradazione Alcolica Stimata: 5,1-5,3 %vol.;
  • Ammostamento: Single Step;
  • Acqua di Mash: 15 Litri (5kg x 3l);
  • Acqua di Sparge: 15 Litri;
  • Luppolatura: 60 min;
  • Perdite assorbimento grani + evaporazione bollitura: 7 Litri (variabili in base all’efficienza dell’impianto).

Torna all’indice!

Il Procedimento

Ammostamento (approfondimento)

pentola ammostamento
  1. Versare in una pentola 15 l di acqua;
  2. Alzare la temperatura a 67 °C;
  3. Arrivati alla temperatura di 67 °C, inserire i malti (Mash In);
  4. Mescolare con un mestolo;
  5. Mantenere costante la temperatura (67 °C) per 60 min;
  6. In una seconda pentola versare ulteriori 15 l d’acqua. Successivamente alzare la temperatura a 78 °C (acqua di Sparge);
  7. Trascorsi 60 min a 67 °C, effettuare il test dello iodio. Se il test darà esito positivo procedere al Mash Out; in caso contrario, continuare l’ammostamento a 67 °C fino alla completa conversione degli zuccheri;
  8. Per il Mash Out bisognerà portare il mosto alla temperatura di 78 °C per 15 min;
  9. Trascorsi 15 min procedere al filtraggio del mosto;
  10. Terminato il primo filtraggio, procedere al lavaggio delle trebbie attraverso l’acqua di Sparge;
  11. Travasare il mosto filtrato nella pentola di luppolatura.

N.B.: Il mosto filtrato è travasato in una pentola o, in mancanza, nel fermentatore. Nel caso si utilizzi il fermentatore, al completamento del filtraggio, il mosto potrà essere travasato nuovamente nella pentola di Mash precedentemente lavata!

Nella fase di travaso è opportuno non far splashare il mosto per evitare problemi di ossidazione. A tale proposito si raccomanda di fare il travaso a velocità moderata, aiutandosi con un tubo.

Luppolatura (approfondimento)

pentola luppolatura
  1. Portare il mosto a bollore;
  2. Appena inizia a bollire inserire in pentola il primo luppolo (luppolo Target siglato n° 1);
  3. Dopo 30 min dal primo inserimento, introdurre in pentola il secondo luppolo (luppolo Fuggles, siglato n° 2);
  4. Prima di terminare la bollitura si potrà inserire (se si possiede) la serpentina per sterilizzarla. Considerando una luppolatura di 60 min è opportuno utilizzare gli ultimi 15 min di bollitura per la sterilizzazione;
  5. Dopo 25 min dal secondo inserimento, inserire in pentola il terzo luppolo (luppolo E.K. Goldings, siglato n° 3);
  6. Trascorsi 5 min dal terzo inserimento, spegnere la fonte di calore e procedere al raffreddamento con serpentina o sistema alternativo;
  7. Quando il mosto arriverà a temperatura ambiente effettuare il whirlpool. L’operazione serve a concentrare tutte le impurità al centro della pentola;
  8. Travasare il mosto nel fermentatore avendo cura di filtrare il luppolo.

N.B.: Durante questo travaso è consigliabile far splashare il mosto per favorire la formazione d’ossigeno. Questo accorgimento faciliterà il lavoro del lievito e l’inizio della fermentazione!

Torna all’indice!

Inoculo del lievito (approfondimento)

inoculo lievito
  1. Prima d’inserire il lievito nel fermentatore (sanificato), prelevare un campione di mosto per la misurazione della densità (approfondimento);
  2. Inoculare il lievito fornito nel kit all’interno del fermentatore;
  3. Ossigenare il mosto mescolando energicamente con un mestolo;
  4. Chiudere il fermentatore, ricordandosi d’inserire il sanificante nel gorgogliatore, e aspettare l’inizio della fermentazione.

Fermentazione (approfondimento)

fermentazione
  1. Tenere il fermentatore a temperatura costante. La temperatura consigliata è tra 20-22 °C;
  2. Finita la fase vigorosa della fermentazione (1 settimana almeno), è consigliabile fare un travaso in un secondo fermentatore (se si possiede);
  3. Dopo la fase vigorosa della fermentazione è consigliabile tenere la birra nel fermentatore almeno per un’altra settimana. Nonostante in questa seconda fase il gorgogliatore emetterà pochissime bolle (o per niente), molto probabilmente il lievito starà ancora lavorando. L’unico modo per scoprire se la fermentazione è completamente terminata, è misurare la densità (FG). Ricordo che per imbottigliare, il valore della densità FG deve arrivare tra 1.010 e 1.012.

N.B.: Solitamente la densità FG è inferiore di 1/4 rispetto alla densità OG. Se abbiamo una OG di 1.050 (50), la densità FG dovrà essere di almeno 1.012 (12) per imbottigliare (50/4=12,5).

Torna all’indice!

Imbottigliamento (approfondimento)

Conclusa la fermentazione è il momento d’imbottigliare la birra! Ovviamente prima d’imbottigliare, la densità FG dovrà essere compresa tra 1.010 e 1.012. Inoltre durante l’imbottigliamento si eseguirà il priming, fatto in fermentatore o in bottiglia, il quale darà la frizzantezza alla birra.

Se voglio fare il priming nel fermentatore?

tecnica 3 dita imbottigliamento
  1. Sanificare le bottiglie;
  2. Aggiungere dello zucchero alla birra che si trova nel fermentatore. In questo caso aggiungere 5-6 g di zucchero per ogni litro di birra (Es: 50-60 g di zucchero per 10 l di birra);
  3. Mescolare delicatamente per favorire la diluizione dello zucchero;
  4. Imbottigliare, avendo cura di lasciare tre dita tra il livello della birra e il tappo della bottiglia;
  5. Tappare le bottiglie.

Se voglio fare il priming in bottiglia?

bottiglie priming siringa
  1. Sanificare le bottiglie;
  2. Imbottigliare, avendo cura di lasciare tre dita tra il livello della birra e il tappo della bottiglia;
  3. Prima di tappare le bottiglie, aggiungere il quantitativo di zucchero proporzionato alla capienza della bottiglia (Es.: Considerando un priming di 5-6 g/l, aggiungere 1,65-1,98 g di zucchero per una bottiglia da 33 cl). A tal proposito è possibile approfondire questa tecnica con la realizzazione di una soluzione zuccherina;
  4. Tappare le bottiglie.

Maturazione

Imbottigliata la birra, è necessario attendere almeno 15 giorni per la rifermentazione in bottiglia. Le bottiglie dovranno essere tenute al buio e a temperatura costante. La stabilità e la delineazione del profilo organolettico della birra arriverà solo dopo 1-2 mesi di maturazione.

Torna all’indice!

Considerazioni

In questa cotta ho evitato appositamente il controllo del ph e la modifica dei sali dell’acqua. Tuttavia potrete vedere questi passaggi nel video della ricetta! Il kit All Grain per realizzare la Session IPA è disponibile sullo store di Birramia, dove troverete altre interessanti proposte complete di ricetta e ingredienti.

Questa ricetta e altri video sulla birra sono disponibili anche sul canale Youtube.

La Video Cotta

Video-cotta Session IPA

Buona visione e buona birra a tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.