Pastry Stout Beer: la dolce tendenza della nuova birra artigianale!

0
290
Pastry Stout Beer: la dolce tendenza della nuova birra artigianale!
Pastry Stout Beer: la dolce tendenza della nuova birra artigianale!

La birra artigianale deriva dal perfetto equilibrio di più ingredienti, forgiati a loro volta da un antica e complessa lavorazione che nel corso dei secoli si è via via perfezionata grazie a tecniche produttive sempre più efficienti e performanti. Si tratta dunque di una bevanda particolarmente datata, che nonostante la veneranda età non risulta mai sorpassata o scontata. Al contrario, grazie anche al manifestarsi della “Primavera della Birra”, gli appassionati del boccale hanno avuto modo di scoprire svariati stili, caratterizzati da sapori e profumi sempre nuovi e ricercati. E proprio da questa continua ricerca gustativa, scaturiscono espressività mai concepite prima per questa bevanda. Sapori che per l’appunto spaziano dalle verdure, agli ortaggi e perfino ai dolci! Tuttavia non parliamo dei gusti dolci del malto, sperimentati per secoli nella produzione birraia, bensì di caratteri zuccherati e raffinati comuni nella pasticcieria e perfettamente reinterpretati nella nuova tendenza delle Pastry Stout Beer.

Alla scoperta delle Pastry Stout Beer

Le Pastry sono birre estremamente alcoliche, basate sulle Imperial Stout o Imperial Porter, arricchite da ingredienti inusuali nella birrificazione, quali dessert, torte, gelati e derivati. Non c’è un limite ben preciso a questi componenti. Inoltre non si parla ne di essenze ne aromi in polvere, ma di veri e propri prodotti raffinati.

muffin e mirtillo

Ma come gestire tali ingredienti nella produzione birraia? Le aggiunte sono utilizzate sia in cotta, che dopo la fermentazione (come un dry-hopping insomma) proprio per imprimere gli autentici sapori dei composti supplementari. Di conseguenza si svilupperanno gusti e aromi che spaziano dal burro di arachidi, al cioccolato. Ma si percepiscono anche accenni che ricordano torte, biscotti, brownies, waffle, sciroppo d’acero e caffè.

61605711625a9f6366d23efa

Si tratta tuttavia di birre molto particolari e, per questo, spesso criticate dai puristi del settore. Giudicate soprattutto per la complessa struttura organolettica, in cui si sviluppano aromi innaturali e decisamente differenti dai soliti canoni birrai.

Tra birra e dolce, l’obiettivo è l’equilibrio!

Le Pastry Beer, dunque, possiedono complessi olfattivi e gustativi davvero estremi e solitamente non comuni per una birra. Sensazioni però apprezzate da tanti appassionati del boccale, incuriositi e affascianti sempre più da stili spinti e per certi versi “contro-mano”. Esiste ovviamente anche chi le definisce “americantate” destinate a finire nel dimenticatoio, perché incapaci di competere con gli intramontabili stili che hanno fatto la storia della birra.

Tuttavia è interessante notare il dietro le quinte neomelodico di questo strano accostamento, capace di unire la tradizione birraia a quella dolciaria. Per l’appunto avevamo fatto un esempio qualche tempo fa con la Pastry Stout PetrAle, realizzata nel Brew Pub reggino “Gli Sbronzi”.

In quell’occasione il mastro-birraio Demetrio Crea, in collaborazione con Davide Destefano titolare della famosa Gelateria Cesare, creò un particolare connubio con un dolce tipico della tradizione dolciaria reggina, realizzando una birra alcolica, piuttosto bilanciata e dal finale secco.

Pastry Stout Beer PetrAle

Per l’appunto l’equilibrio, in queste particolari birre difficili da gestire, rimane la grande sfida da superare. Va ricordato, per onor del vero, che la struttura delle Pastry Beer, si fonda comunque su Imperial Stout e Imperial Porter, colossi importanti del mondo brassicolo elegantemente caratterizzati da profondi sapori intensi e tostati.

Di conseguenza gli ingredienti “extra-brassicoli” dovrebbero essere presenti e distinguibili, ma non coprenti o troppo dominanti. Questi per l’appunto devono tendere a valorizzare sempre la base della birra, senza opprimere i toni che la struttura gustativa originaria può regalare.

Per concludere, non sono sicuro che le Pastry Stout Beer siano prodotti destinati a durare per sempre. Tuttavia sono convito che il complesso mondo birraio possiede davvero potenzialità illimitate e la continua ricerca del gusto riserva sempre grandi esperienze, capaci di ravvivare il tono frizzante e vivace della birra artigianale!

Buona birra a tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.