venerdì, 18th Gennaio, 2019
Il PH dell’acqua di mash

Nei precedenti post, si è parlato degli ingredienti che servono per produrre birra, tra cui l’acqua. Essa svolge un ruolo primario, per cui diventa essenziale, se il caso lo prevede, apportare le dovute modifiche. Una delle correzioni a cui un homebrewer dovrà far fronte è il PH. Il PH dell’acqua di mash, è un fattore non trascurabile, in quanto crea un ambiente favorevole al lavoro degli enzimi che si creeranno durante la bollitura.

Ma che cos’è il ph?

In chimica, il PH è la grandezza che misura la concentrazione degli ioni di idrogeno, disciolti in una soluzione acquosa, determinando altresì la sua acidità o basicità.

  • Una soluzione si dice acida, quando il suo ph è inferiore a 7.
  • Una soluzione di dice basica, quando il suo ph è superiore a 7.

Detto ciò, vorrei tranquillizzare tutti coloro che si staranno chiedendo se fare la birra comporti un master in chimica:

tranquilli niente di tutto ciò, pensate solo che il giusto ph… renderà le vostre birre davvero speciali!


 

Come si può misurare il ph?

Il ph, come ogni misura, necessita di uno strumento di misurazione, il phmetro. Sul mercato si trovano diversi modelli.

Ovviamente il mio consiglio è quello di non andare a spendere centinaia di euro, per prendere il top di gamma. Tenete sempre a mente che producete birra casalinga, quindi non superate i 20-30 euro.

 

Una volta capito che cosa sia il Ph e come si può misurare, è essenziale capire a cosa serve nella produzione brassicola.

Il PH dell’acqua di mash, è un aspetto importante che l’hombrewer più attento non può non considerare. Tenendo a mente il valore neutro dell’acqua, l’homebrewer, dovrà riuscire a portare il valore del suo mosto tra i 5.2 e i 5.7 punti. Valore, in cui gli enzimi, Beta-Amilasi e Alpha-Amilasi, troveranno terreno fertile.

Per arrivare al valore desiderato, si utilizzano diversi strumenti, tra cui:

Ogni strumento menzionato, svolge la sua azione, che a volte è meglio non alterare troppo. Specie se non si conosce bene a cosa si va in contro .

Il mio consiglio è, che prima di accingersi a modificare il PH dell’acqua di mash, diventa di comprensibile utilità, provare a cominciare a far birra. Solo facendo birra, si potrà accumulare la giusta esperienza, con cui poter cominciare a toccare tutti gli aspetti più tecnici di questo bellissimo hobby. Con questo non scredito chi intende provare! Ma invito solo alla cautela. In quanto modificare troppi aspetti senza le giuste conoscenze, potrebbe portare a risultati poco apprezzabili.

 

Buona birra a tutti!!!

Il birraio matto

Tags:

Related Article

0 Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.