Come fare la sanitizzazione

0
11
come fare la sanitizzazione
come fare la sanitizzazione

Nei post precedenti, abbiamo parlato ampiamente della sanitizzazione, dei prodotti e della sua importanza. Ma come fare la sanitizzazione per una cotta?

Fare la sanitizzazione, spesse volte rappresenta un momento particolare per l’homebrewer, che viene assalito da tante paure e tanti dubbi.

  • Pulito bene?
  • Sanificato abbastanza?
  • Ho seguito tutte le istruzioni?

Queste sono solo alcune delle domande che affollano la mente dei neo birrai. Tutto ciò, crea parecchia confusione, che porta inevitabilmente a fare errori, che potranno compromettere l’intera cotta.

Fare la sanificazione

Ricordo che sanificare e pulire, sono due cose completamente differenti.

Di seguito, elencati alcuni passaggi, che aiuteranno a non tralasciare piccoli dettagli che andranno a fare la differenza.

  1. Lavaggio. Prima di trattare tutti gli strumenti che verranno utilizzati nella cotta, essi dovranno essere lavati con un semplicissimo detersivo per piatti e spugnetta;
  2. Sanificante. Il mio consiglio è di usare la candeggina, come prodotto sanificante. Diluire 5 ml di candeggina per 1 litro di acqua fredda, in un contenitore abbastanza grande da contenere immersi tutti gli strumenti. Si può utilizzare il fermentatore, in quanto anch’esso dovrà essere sanificato;
  3. Tempo di sanificazione. Lasciare agire la soluzione acqua/candeggina per 20 min;
  4. Risciacquo sanificante. Risciacquare abbondantemente gli strumenti con acqua fredda corrente. Passaggio importantissimo per evitare residui di candeggina che potrebbero essere dannosi per la salute.
  5. Lavaggio detergente. Un passaggio che sento di consigliare, in quanto lo faccio anch’io. Una volta risciacquati gli strumenti, faccio un altro step di 10 minuti, con acqua calda e chemipro oxi o oxi san. Nonostante non sia il top come sanificante, si rivela comunque  un buon detergente;
  6. Risciacquo detergente. Nonostante il chemipro oxi o oxi san, non necessiti il risciacquo consiglio di fare un ultimo lavaggio con acqua imbottigliata.
Consigli per la sanitizzazione

Ricordo che devono essere sanificati tutti gli strumenti che entreranno in contatto con il mosto, soprattutto quando raffredda.

Per tutti gli strumenti, come pentole rubinetti e serpentina in acciaio inox, basta semplicemente lavarli con del sapone per piatti, in quanto verranno sanificati dal calore stesso, che si produrrà nei vari passaggi di ammostamento e bollitura.

Oltre a quanto detto, è consigliabile avere uno spruzzino con all’interno una soluzione di acqua e metabisolfito di potassio. Sebbene la sua azione sanificante non sia paragonabile alla candeggina, può essere utilizzo in tutte quelle azioni dove si deve sanificare velocemente. Un esempio può essere il mestolo, precedentemente utilizzato, con cui magari ossigenare il mosto. Consiglio un risciacquo rapido con acqua imbottigliata.

Si ricorda che dopo la cotta è importante lavare e pulire accuratamente tutti gli strumenti utilizzati, per evitare i sedimenti della birrificazione, che potranno divenire un rifugio per batteri e altri microrganismi.

 

Buona birra a tutti

Il birraio matto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.