Pochi ingredienti ma essenziali!

Pochi ingredienti ma essenziali è spesso un connubio vincente!

Quante volte si sarà sentito dire che il poco ma essenziale, spesso vince? E’ il caso della birra, pochi ingredienti, tutti essenziali, che riescono a dare un connubio straordinariamente vincente.

Ed ecco che ci si trova davanti ad una bella birra ghiacciata. Si va a stappare e si versa.

Mentre si beve il primo sorso, lo sguardo dal bicchiere passa alla bottiglia per deliziare anche l’occhio di ciò che si sta bevendo. Quasi inevitabilmente spinti da un innata curiosità l’occhio si va a focalizzare su quell’etichetta ormai bagnata e leggermente stropicciata.

Quante volte si sarà ripetuta questa scena, e quante volte vi sarà capitato dunque di leggere quell’etichetta sopra quella bottiglia di birra, quasi per sbaglio.

Ma sempre per sbaglio si fa caso alla stessa dicitura, sulla maggior parte delle birre.

Ingredienti: acqua, maltoluppolo e lievito.

Ovviamente i produttori scrivono i pochi ma essenziali  ingredienti in maniera generica; non andranno mai a scrivere il tipo di luppolo o di malto che utilizzano. Ragion per cui troverete scritto nella maggior parte di esse, i tre famigerati ingredienti: acqua, malto, luppolo.

Pochi ed essenziali ingredienti che combinati tra di loro, in misure e varietà differenti vanno a comporre le più svariate ricette, che con l’aggiunta del lievito, attraverso la fase di fermentazione prendono vita.

Ed è proprio nella fase di fermentazione che il lievito fa il suo straordinario lavoro, riuscendo a donare al mosto aromi e caratteristiche particolari.

Nei prossimi articoli andremo nello specifico a trattare nel dettaglio i vari ingredienti che compongono il tanto ambito risultano di ogni homebrewer… la birra 🙂

Alla prossima!

Il birraio matto

0 Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

FOLLOW US

GOOGLE PLUS

PINTEREST

FLICKR

INSTAGRAM

Advertisement

img advertisement

Archivies

Social