Cosa serve per iniziare a fare birra

Cosa serve per iniziare a fare birra
Cosa serve per iniziare a fare birra

L’hobby della birra fatta in casa è un processo che inizia gradualmente nell’inconscio di ogni aspirante homebrewing. Il solo chiedersi cosa c’è dietro una bottiglia di birra è già una prima accensione di una lucina che presto diventerà un faro. Avere poi il coraggio d’iniziare dopo aver letto un’infinità di guide e visto ore ed ore di tutorial video, è un’azione timida che naturalmente cova parecchie incertezze. Ma cosa serve per iniziare a fare birra in casa?

Cosa serve per iniziare a fare birra?

Per fare birra in casa, la pazienza è una dote che non può mancare! Poiché una cotta può durare anche 8 ore. Senza ovviamente considerare tutto il tempo che impiega il mosto a fermentare e maturare. Ma prima ancora di pensare alla cotta, per fare birra si necessita di attrezzatura specifica. Attrezzatura che richiede un lavaggio accurato e soprattutto una sanitizzazione approfondita. E’ bene specificare fin da subito infatti, che il 60% del tempo di una cotta è impiegato per pulire e sanitizzare tutto ciò che entrerà in contatto con il mosto. Chiariti i punti cruciali e più noiosi del fare birra si può iniziare!

La prima cosa da fare quando si vuole iniziare a fare la birra è pensare a come realizzarla. Il metodo impiegato nella realizzazione, non solo incide sui tempi della cotta ma comporta spese iniziali differenti.

I metodi

Esistono sostanzialmente 3 metodi per fare birra in casa, con diversi livelli di difficoltà:

Gli strumenti

In base al tipo di metodo impiegato si necessitano strumenti diversi. Ma nonostante ogni tecnica apra un mondo vastissimo di attrezzature, sostanzialmente non si può fare a meno di:

  • Pentole con capienza di almeno 30 lt. In base al tipo di tecnica impiegata serviranno da 1 a 3 pentole;
  • Kit di fermentazione comprensivo di: fermentatore, gorgogliatore, rubinetto, guarnizioni, densimetro, termometro adesivo, mestolo,  sistema d’imbottigliamento e una piccola busta col sanificante;
  • termometro da cucina.

Inizialmente quando ancora non si conoscono le sorti dell’hobby nascente è consigliabile partire con l’attrezzatura di plastica, in quanto consente di fare birra senza un grosso investimento economico. Questo spiega il motivo per cui in commercio si trovano pratici kit in plastica, che comprendono tutto il necessario per fermentare la birra.

Un altro consiglio che potrebbe rivelarsi utile in futuro è l’acquisto immediato di due fermentatori. Avere il secondo fermentatore consentirà di fare il travaso dopo la fermentazione iniziale, un’azione spesso essenziale per alcune birre. Questo consentirà di fare birre più limpide e prive di fastidiosi residui.

Avendo pentole e kit di fermentazione, si è pronti a brassare!

Ma brassare una birra non significa mettere tutto in pentola e aspettare che il tempo e il calore faccia il resto. Il fare birra ha regole precise, che sono dettate dalla ricetta! Ogni birra deve attenersi alla sua ricetta, la quale indicherà tutti gli ingredienti da inserire e tutti i passaggi da eseguire.

Buona birra a tutti

Articolo precedenteIntroduzione al metodo All Grain
Articolo successivoBirra Bio Mastri Birrai Umbri
L'approccio alla birra? Pura curiosità! Col tempo la curiosità si è tramutata in passione e voglia d'imparare, scoprendo aspetti di una bevanda per niente scontata. Quasi per caso scopro la possibilità di fare birra in casa, e da lì la passione diventa qualcosa di più. Autodidatta convinto, ho iniziato a divorare pagine di libri, blog e forum, fino a realizzare nel 2015 la mia prima birra in casa! D'allora ad oggi, la voglia d'imparare e scoprire nuovi aspetti della birra non si è mai placata. Ma una cosa in realtà da quel 2015 è cambiata: la consapevolezza che il mondo della birra è un viaggio infinito e meraviglioso! Buona birra a tutti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.