Weiss: uno stile immutato nel tempo!

Lo Stile Weiss
Lo Stile Weiss

Capita, specialmente quando la bella stagione è alle porte, di desiderare una birra “poco impegnativa”. Tale espressione, lungi dall’essere dispregiativa, richiama il senso di freschezza e facilità di bevuta senza ovviamente rinunciare al sapore e all’aroma di una buona birra. In questo compromesso le birre di frumento sono particolarmente indicate, sopratutto quelle appartenenti allo Stile Weiss.

Indice

  1. Un po’ di storia…
  2. Lo stile Weiss
  3. Aspetti organolettici
  4. Accostamenti con le birre Weiss
  5. Considerazioni

Un po’ di storia…

Lo stile Weiss era l’unica tipologia di birra prodotta in Baviera con il frumento, considerando che il Reinheitsgebot (l’Editto della Purezza del 1516) ne permetteva la produzione solo con l’orzo. Il testo originale dell’Editto prevedeva esclusivamente l’impiego di orzo, luppolo e acqua. Solo in seguito venne introdotto anche l’utilizzo del malto di frumento.

Re Ludwig II
Re Ludwig II

Tuttavia è difficile ripercorrere le origini dello stile, nonostante nel XVI secolo le birre di grano era particolarmente diffuse sopratutto tra la nobiltà. Infatti era la famiglia reale bavarese a detenere l’esclusiva sulla produzione.

Questo tipo di birre ebbero un successo altalenante fino al XVII secolo, quando cominciarono ad essere veramente apprezzate. Tuttavia il successo durò relativamente poco, in quanto nel 1800 erano già passate di moda. Fu solo nel 1874, quando Georg Schneider I decise di salvare lo stile.

Ricettario Originale Schneider
Ricettario Originale Schneider

Esso acquistò insieme al figlio la birreria Madebräu a Monaco, e i diritti di produzione dal Re Ludwig II di Baviera. La ricetta acquisita da Schneider, venne successivamente rivisitata cedendo il posto alla Schneider Weisse. La nuova birra raggiunse uno strabiliante successo, tant’è che viene bevuta e venerata tutt’oggi da tanti intenditori della birra di grano.

Weisses Bräuhaus di Kelheim
Weisses Bräuhaus di Kelheim

Oggi, a salvaguardia di questa grande tradizione brassicola c’è Georg Schneider VI, gestore della fabbrica di birra a Kelheim, acquistata nel 1927 ed ancora funzionante. La Weisses Bräuhaus di Kelheim risulta la più antica fabbrica di birra di frumento della Baviera, che riproduce fedelmente la stessa identica ricetta di un tempo.

Torna all’indice!

Lo Stile Weiss

Lo stile Weiss o Weizen, appartenente alle German Ale, rispecchia la cultura dell’alta fermentazione con birre di frumento non filtrate. In Germania il termine Weissbier (Weiss) si traduce in “birra bianca”, mentre in Baviera Weizenbier (Weizen) indica la “birra di frumento”. Può succedere di confondere i due termini, ma è bene sapere che entrambi si riferiscono allo stesso tipo di birra.

Sono birre che utilizzano un’alta percentuale di frumento, oltre al malto d’orzo, e si presentano (nella versione classica) di colore chiaro. La particolarità riguarda anche i tipici aromi e sapori delle Weiss, ottenuti grazie all’impiego di lieviti specifici che lavorano solitamente ad una temperatura di fermentazione intorno ai 15-20 °C.

Solitamente sono birre servite nel classico Weizenbecher, un bicchiere dalla forma stretta che si allarga verso l’imboccatura per controllare meglio la tipica schiuma abbondante.

Torna all’indice!

Aspetti Organolettici

Aspetto

Si presenta con un colore che va dal paglierino pallido al dorato scuro. Possiede un cappello di schiuma densa e cremosa, con una tipica persistenza. Le proteine presenti nel grano influiscono sulla limpidezza della birra non filtrata, nonostante il grado di torbidità sia alquanto variabile. Tuttavia le versioni “mit hafe” presentano la classica torbidità attribuita dal sedimento di lievito in sospensione, a differenza delle varianti filtrate “Kristal” che non avendo lievito sono chiare e brillanti.

Aroma

L’aroma tipico delle Weiss richiama chiodi di garofano (fenoli) e banana (esteri fruttati). L’equilibrio e l’intensità tra le due componenti aromatiche posso variare, ma gli esemplari migliori presentano un adeguato bilanciamento e una spiccata intensità.

chiodi di garofano e banana

L’intensità della componente luppolata solitamente varia da bassa a nulla, mentre potrebbero esserci accenni di grano da leggeri a moderati. Altre note aromatiche opzionali, ma accettabili, possono includere una sottile acidità agrumanta, un sentore da leggero a moderato di vaniglia e/o bubblegum.

Tuttavia, nessuna di queste caratteristiche dovrebbe avere un’intensità dominante, ma serve esclusivamente ad aumentare complessità ed equilibrio. Non presenta diacetile o DMS (dimetilsolfuro – odore di mais bollito).

Gusto

Il sapore richiama accenni di banana e chiodi di garofano, con un’intensità da bassa a moderatamente forte. Come per l’aroma, anche nel gusto l’equilibrio e l’intensità tra fenolo ed estere posso variare, ma i migliori esemplari presentano un buon bilanciamento e una spiccata intensità.

Si possono avere sapori vanigliati da bassi a moderati e/o note di bubblegum, che accentuano il sapore, la dolcezza e la rotondità della banana. Tuttavia nessuna di queste caratteristiche (se presente) dev’essere dominante.

Spighe di grano

Il sapore delicato del grano è complementare, così come gli accenni dolciastri del malto Pils. Il sapore del luppolo è basso o assente, mentre l’amarezza rimane comunque moderatamente bassa. Tuttavia si possono avvertire richiami aspri e agrumati del lievito ad alta carbonatazione.

Al palato regala una sensazione rotonda e saporita, con un finale relativamente secco. Il corpo è mediamente leggero, e mai pesante. Il lievito in sospensione può arricchire la percezione del corpo, mentre la consistenza del grano regala una sensazione di pienezza morbida e cremosa. Questa particolare struttura accompagna ad un finale leggero ed armonioso, spesso sorretto da un’alta carbonatazione. La gradazione alcolica è compresa tra i 4,3-5,6 %vol.

Fonte: Bjcp

Torna all’indice!

Accostamenti con le birre Weiss

Abbinamenti culinari

La struttura delle birre in stile Weiss, nonostante il sapore complesso, si distingue per avere una bevuta semplice e rinfrescante. Tali caratteristiche rendono queste birre perfette per accompagnare aperitivi e sfiziosi stuzzichini. Inoltre la delicatezza del sapore di questo stile, sposa bene il gusto della carne speziata e di maiale.

La particolare acidità, che non disturba affatto, vede un ottimo accompagnamento con formaggi freschi e a pasta molle. Inoltre sostiene bene il sapore della frutta estiva. Ovviamente da non sottovalutare l’accoppiata vincente con pizza e panini.

Torna all’indice!

Considerazioni

Bere una Weiss è come fare un salto nel passato, attraverso uno stile che ha rischiato l’estinzione per futili motivi. Nella semplicità di bevuta, non è uno stile che pretende troppe attenzioni. Si adatta ad ogni palato, soddisfacendo sia quello esperto che dedica maggiore attenzione alle caratteristiche organolettiche, sia quello che desidera esclusivamente gustarsi una buona birra. Come riesce lo Stile Weiss a fare tutto questo? Semplicemente offrendo una freschezza dissetante, attraverso un gusto elaborato e immutato nel tempo.

Buona birra a tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.