Lo stile Saison

0
1
Lo stile saison
Lo stile saison

Chiunque beva una birra, specie nelle giornate più afose della bella stagione, oltre alla soddisfazione gustativa ricerca un appagamento dissetante. Una delle birre che meglio si presta a questo compito, appartiene ad uno stile molto antico, quanto particolare: lo stile Saison.

Un po’ di storia…
Originariamente questo stile, era proprio della Vallonia, zona del Belgio situata nei pressi di Francoforte al confine con la Francia. Il suo nome così particolare, era legato strettamente alle stagioni, in quanto la fermentazione era avviata tra i mesi autunnali e invernali, per poi subire la mescita nei mesi estivi. Questo processo così macchinoso, fu elaborato per ovviare alla mancanza di refrigerazione dell’epoca, in quanto l’elevata temperatura poteva danneggiare il prodotto. Inoltre le versioni meno alcoliche erano riservate ai lavoratori stagionali, che venivano pagati per le loro prestazioni in parte con questa tipologia di birra.

Lo stile Saison

Oggi lo stile Saison è stato fortemente rivalutato. Le birre appartenenti a questo stile, consumate preferibilmente in estate per l’alta capacità dissetante, si differiscono per lo stravagante profilo aromatico che difficilmente passa inosservato. Uno stile belga che vanta birre nate per essere vissute in una bevuta facile e allegra, riservando all’interno una grande complessità caratteriale.

Aspetti organolettici

Il vero motore dello stile Saison, risiede nel suo profilo aromatico, che risulta fortemente fruttato con note derivanti dal luppolo che possono avere intensità più o meno pronunciata. In base alle aggiunte aromatiche è possibile avere delle venature speziate che s’intrecciano all’alcol, modificando il sentore senza invadenza. Gli esteri del profilo fruttato, riflettono gli agrumi, che sono bilanciati dal luppolo spesso con note floreali. Non è raro trovare inoltre profili gustativi acidi che possono essere bassi o moderati, a cui si accostano sentori pepati, salati e aspri, che rafforzano il gusto della birra.

Solitamente lo stile Saison, presenta un colore arancione tenue, che può variare in versioni dorate o ambrate. Nonostante il colore, tutte hanno un comune denominatore basato sulla complessa opacità. La schiuma si presenta in modo abbondante e di colore bianco, con una discreta persistenza che lascia spazio sul vetro del bicchiere ai “merletti di bruxelles”.

Il sapore di queste birre di solito è un combinato tra gusti fruttati e spaziati a cui si accosta la delicatezza del malto. Il perfetto connubio tra malto, spezie e luppolo, dona un equilibrio particolare che riflette un lato piccante e talvolta aspro. Senza eccedere con l’alcol (4,5-6,5% vol.) le birre di questo stile risultano essere molto carbonante. La bollicina vivace si accosta perfettamente ad una piacevole sensazione di secchezza e acidità finale.

Esistono anche versioni più forti, che rientrano nella sezione Belgian Specialty Ale. Esse vantano un alcol compreso tra 7-8,5% vol., con colori più scuri e gusti relativamente più amari, speziati e aspri direttamente proporzionali  all’aumentare della gradazione.

Conclusioni

Le birre facenti parte dello stile Saison, possiedono grande complessità. Nella facilità di bevuta è racchiusa l’eleganza del perfetto equilibrio di ogni ingrediente utilizzato in ricetta. Nulla è lasciato al caso! La parte dolce e morbida si accosta a quella amara e secca, regalando stabilità. La parte acida e talvolta anche quella aspra, donano forza alla birra. Il risultato è la composizione di un sofisticato profilo organolettico.
Buona birra a tutti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.