American Wheat Ale: Lo stile a stelle e strisce dall’animo elegante e gentile

0
262
American Wheat Ale: Lo stile a stelle e strisce dall'animo elegante e gentile
American Wheat Ale: Lo stile a stelle e strisce dall'animo elegante e gentile

Torbida e rinfrescante, con sapori agrumati e profumi vivaci. Parliamo dell’American Wheat Ale, uno stile a stelle e strisce di recente fattura, facile da bere, leggero e decisamente interessante. Delicate e gentili, le birre appartenenti a questa tipologia birraria sono caratterizzate da una consistente base di frumento maltato, da luppoli pregiati e lieviti americani ad alta fermentazione, ma di timbro decisamente neutro. Tuttavia non va confusa con la Weizen, ricca di esteri fruttati (banana) e spezie fenoliche che ricordano i chiodi di garofano e profumi similari.

Indice

  1. Un po’ di storia…
  2. Lo stile American Wheat Ale
  3. Considerazioni e abbinamenti

Un po’ di storia…

Lo stile American Wheat Ale non possiede una storia particolarmente datata. La timida diffusione iniziale, rispetto ad altri stili, è dovuta principalmente all’utilizzo del grano che, in età coloniale visto gli scarsi approvvigionamenti, veniva impiegato altrove, a differenza di Belgio e Germania in cui questo ingrediente trova riferimenti già da 1500.

bottiglie di birra con cereali prima dello stile American Wheat Ale

A gravare sulla sua limitata diffusione furono, inoltre, i sentimenti anti-tedeschi dopo il primo conflitto mondiale e l’inizio del proibizionismo in America. Tuttavia la cultura tedesca, compresi i suoi stili birrai, riemerse con la Seconda Guerra Mondiale e gli anni di ricostruzione del dopoguerra. Questo interesse aumentò le quantità di birra europea importata e gli homebrewes, estremamente colpiti da questi stili “differenti”, contribuirono alla loro sperimentazione e diffusione in America.

Nonostante l’approccio positivo verso questa tipologia birraia, dovettero passare altri decenni affinché s’intraprendesse una produzione ufficiale in birrificio. Infatti fu solo nel 1984 che Anchor Brewing Company, uno dei birrifici più antichi di San Francisco (California), decise di realizzare la prima birra di frumento americana, che prese il nome di Anchor Summer Wheat.

Ne venne fuori un prodotto simile alla cugina tedesca Weizenbier, ma con caratteristiche decisamente uniche e differenti. Si presentava, infatti, come una birra più pulita, senza la tipica impronta di lievito tedesco con esteri fruttati di banana e note fenoliche speziate e di chiodi di garofano. La birra aveva dunque un profilo neutro, con un carattere gentile e decisamente luppolato. L’esperimento si rivelò un vero successo, diventando di fatto uno dei pilastri della nuova rivoluzione birraia artigianale.

Torna all’indice!

Lo stile American Wheat Ale

Per avere una chiara interpretazione delle American Wheat Ale bisogna necessariamente affidarsi alle Guide Linea del BJCP, le quali collocano queste birre all’interno della sezione 6D Light Hybrid Beer.

spiga di grano

Le birre di questo stile, dalla limpidezza variabile, possiedono solitamente tonalità dal giallo pallido al dorato, mentre la schiuma elegante e bianca, risulta particolarmente persistente. L’aroma mostra un chiaro richiamo, da basso a moderato, ai profumi del grano o del segale, mentre il luppolo contrappone note agrumate, speziate o floreali.

Gli esteri, da moderati a nulli, potrebbero essere presenti, nonostante l’impronta neutra del lievito americano. Tuttavia i richiami ai chiodi di garofano e banana, comuni nelle Weizen tedesche, sono assolutamente inappropriati. Nei profumi non si presenta diacetile!

Al sapore ripropone la nota di grano o segale, da leggera a mediamente forte, che potrebbe persistere anche sul finale. Le versioni di segale si rivelano più ricche e speziate rispetto alle produzioni di grano, entrambe tuttavia esprimono una moderata dolcezza maltata o un finale tendenzialmente secco.

5ff864a91a8c14448e7f8e0c
Luppolo a grappolo

L’amaro del luppolo, da basso a moderato, potrebbe persiste sul finale, mentre il suo sapore, anch’esso da basso a moderato, regala note agrumate americane o accenni speziati/floreali nobili. Gli esteri possono essere da moderati a nulli, ma non dovrebbero assumere il tipico carattere delle Weizen tedesche (banana). Non risultano profumi fenolici di chiodi di garofano, nonostante sia accettabile una delicata speziatura di grano o segale. Anche nel gusto non si riscontra diacetile.

Al palato le birre appartenenti allo stile American Wheat Ale, caratterizzate da un corpo mediamente leggero, un grado alcolico da 4 a 5,5 %vol e una carbonatazione tendenzialmente alta, disegnano una naturale freschezza e un impeto luppolato decisamente piacevole e pulito, efficacemente esaltato dalla tipica neutralità del lievito americano. Le versioni più forti presentano un leggero calore alcolico.

Torna all’indice!

Considerazioni e abbinamenti

abbinamenti

Le birre in stile American Wheat Ale, spesso confuse con le Weizen, si rivelano nello specifico completamente differenti dalle cugine tedesche. Esistono infatti esemplari dolci e semplici da bere oppure versioni secche e luppolate, dal forte sapore di grano o segale.

In queste proposte non esiste l’impronta fruttata della fermentazione, tipica invece nella variante europea. Grazie alla neutralità del lievito, nella complessa struttura si esalta l’espressione percettiva di altre sfumature derivanti da cereali e luppoli, coadiuvati da accenni citrici o speziati.

Attraverso la loro particolare complessità organolettica si rivelano birre perfette per accompagnare pesce, frutti di mare, insaccati, carne di maiale, formaggi a pasta molle e perfino dolci alla frutta.

Buona birra a tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.