Unionbirrai: Birra artigianale al supermercato ma a determinati principi!

0
178
Unionbirrai: Birra artigianale al supermercato ma a determinati principi!
Unionbirrai: Birra artigianale al supermercato ma a determinati principi!

Il lockdown, senza dubbio, è stato un evento che nessuno poteva prevedere. Tuttavia questo scenario, in bilico tra l’incredibile e l’apocalittico, è stato anche un ingrandimento sul mondo, che da una parte ha elogiato la tenacia dei medici e dall’altra ha evidenziato le carenze di un sistema economico troppo statico e obsoleto. Tra i tanti settori colpiti c’è la birra artigianale, penalizzata della chiusura di pub e birrerie che ha fermato il canale prioritario di vendita. Ciò nonostante la voglia di birra da parte del consumatore non si è placata, spingendolo di fatto a cercarla su piattaforme online e negozi specializzati. Ma a fronte di ciò che è stato, la buona birra deve rimanere confinata tra i banconi dei pub? Si possono intravedere all’orizzonte altre strade per la birra artigianale come ad esempio gli scaffali di un supermercato? Lo abbiamo chiesto direttamente a Vittorio Ferraris, Presidente di Unionbirrai.

Indice

L’Intervista a Vittorio Ferraris, Presidente di Unionbirrai

Unionbirrai e GDO

Vittorio Ferraris

Prima del Covid-19 il principale canale di vendita della birra artigianale erano i pub, cos’è cambiato adesso?

In linea di massima possiamo dire che non è cambiato nulla dopo il Covid-19. Certo, il lockdown ha spostato l’attenzione del consumatore verso l’online e i negozi specializzati aperti alla commercializzazione, ma il principale canale di vendita della birra artigianale è rimasto quello dell’Ho.re.ca.

Qual è la posizione dell’Associazione nei confronti della GDO?

La posizione di Unionbirrai è sempre stata molto chiara: la GDO ha senso per la birra artigianale italiana nel momento in cui vengono rispettati tre principi che per noi sono fondamentali. In primis la filiera corta, quindi approvvigionamenti locali nel rispetto della territorialità, il controllo della catena di conservazione e una politica dei prezzi sostenibile per il mercato.

Torna all’indice!

Birra Artigianale al Supermercato

I publican saranno penalizzati da un possibile ingresso della birra artigianale nella
GDO?

I publican non saranno assolutamente penalizzati. Il fatto che la birra artigianale italiana possa essere disponibile anche su canali distributivi differenti, rispetto al mercato specialistico dell’Ho.re.ca., ci permetterà di entrare in contatto con una platea decisamente più ampia di consumatori, gli stessi che poi potranno ritrovarla, servita e raccontata, all’interno dei locali dedicati.

La GDO è pronta ad accogliere la birra artigianale?

Non possiamo rispondere con certezza a questa domanda, ma di certo alcuni operatori hanno capito i presupposti per il dialogo tra la GDO e la birra artigianale italiana. Alcune realtà non hanno ancora la struttura logistica per stringere questo rapporto, ma in questo motivo stiamo lavorando con delle realtà che hanno capito cos’è la birra artigianale e come va veicolata e commercializzata nella GDO.

spillatura birra

Gli italiani sono pronti a vedere la birra artigianale sugli scaffali del supermercato?

I consumatori nel lockdown hanno dimostrato di cercare il prodotto al di fuori del mondo Ho.re.ca., quindi ben venga che la birra artigianale sia disponibile in GDO. Ovviamente solo quando vengono rispettati i tre presupposti fondamentali che dicevamo prima.

Quale sarà la vostra politica di tutela per i birrifici che decideranno di entrare nella GDO. In particolare sarà garantito il prezzo della birra artigianale e gli alti standard qualitativi?

Come abbiamo detto, l’ingresso della birra artigianale nel mondo della GDO è subordinato al rispetto degli standard qualitativi e all’attenzione della politica sui prezzi di mercato.

Quando si vedrà su scala nazionale la birra artigianale al supermercato?

Ad oggi è difficile da dire! Abbiamo già iniziato con dei piccoli progetti a livello territoriale in zone geografiche limitate, in modo da monitorare al meglio l’andamento e la risposta dei consumatori. Qualunque catena distributiva ha organizzazioni nazionali, quindi se questi prototipi daranno risultati positivi, saranno sicuramente replicabili su tutto il territorio nazionale.

Torna all’indice!

Considerazioni

Unionbirrai ha tutta la volontà di far atterrare la birra artigianale tra gli scaffali del supermercato, a condizione che i dettami imposti da una bevanda “viva e cruda” siano rispettati. Lo testimoniano i primi accordi stipulati con Aspiag Service, la società del marchio Despar per l’Emilia Romagna e il Triveneto.

bicchiere di birra in alto

Ma oltre all’aspetto “tecnico”, che una bevanda come la birra artigianale richiede, è bene considerare anche l’aspetto culturale brassicolo del bevitore “medio” italiano. E’ vero che gli appassionati italiani hanno cercato la birra al di fuori dell’Ho.re.ca., com’è vero che la cultura brassicola è sensibilmente aumentata. Ma è anche vero che in tanti ancora considerano il prezzo della birra artigianale eccessivo. Non perché quest’ultimo sia inaccessibile, ma perché troppo alto rispetto alla media di una birra industriale.

La vera battaglia forse da intraprendere, non è tanto l’adeguamento dei trasporti o la conservazione della birra artigianale (fattori assolutamente improrogabili, ma fattibili), quanto l’infelice consuetudine che questa preziosa bevanda sia considerata “economicamente esagerata”.

Buona birra a tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.