C’è Fermento 2020. L’appuntamento è rinviato a dicembre!

C'è Fermento 2020
C'è Fermento 2020

Le dinamiche degli ultimi periodi hanno spinto le diverse manifestazioni a fare un passo indietro, rimandando l’organizzazione a giorni migliori. Naturalmente il mondo della birra, col suo grande richiamo al divertimento e alla convivialità, non è di certo escluso. Tant’è che l’edizione 2020 del famosissimo Oktoberfest è saltata! Una scelta saggia senza dubbio, che comunque lascia a bocca asciutta i tanti appassionati della buona birra. Ma per loro il divertimento è solo posticipato. Tra i vari eventi in programma che sono stati rimodulati, spunta C’è Fermento 2020.

C’è Fermento è la manifestazione organizzata dalla Fondazione Amleto Bertoni, che unisce qualità e convivialità in un’importante promozione verso il territorio (Terre del Monviso). Un luogo magico, che si caratterizza anche per la grande produzione di birra artigianale. Un appuntamento molto importante dunque, che nel 2019 ha richiamato in soli 4 giorni oltre 20.000 partecipanti.

C'è Fermento 2020
C’è Fermento

Tuttavia a causa dell’emergenza sanitaria, l’undicesima edizione del Salone della Birra Artigianale di qualità, che doveva svolgersi a Saluzzo dal 18 al 21 giugno, è rimandata a giugno 2021. Ma il 2020 potrebbe dare ancora spazio alla buona birra, con un appuntamento a dicembre! Per la versione invernale di C’è Fermento 2020, ci sarà un mini Salone dedicato alle particolari birre di Natale e ai birrifici del territorio. Uno spazio pensato sia alla conoscenza del mondo birrario artigianale, che allo shopping natalizio alternativo, gustoso e a km 0. La manifestazione sarà inoltre l’occasione per rivalutare le Antiche Scuderie di Saluzzo, e annunciare le date dell’edizione 2021, nonché la selezione dei birrifici e delle cucine che parteciperanno!

Oggi, purtroppo, siamo costretti a pensare a fine giugno, dal 18 al 21 la data tanto attesa, senza il nostro Salone” commenta Carlotta Giordano, Presidente della Fondazione Amleto Bertoni. “La certezza di non poter realizzare la manifestazione con le caratteristiche vincenti con cui è sempre stata pensata, la consapevolezza che sarà ancora lungo e articolato il percorso di normalizzazione della nostra socialità, ci costringe a malincuore ad annullare. Ma, come già per altri importanti nostri eventi, vogliamo rimodulare il nostro calendario ed essere pronti ad un prossimo ritorno all’incontro. Lo faremo a piccoli passi, lo faremo seguendo al meglio le indicazioni governative e sanitarie”.

Un pensiero particolare va a tutti coloro che negli anni hanno creduto nella rassegna, decretandone il successo. “Vogliamo ringraziare di cuore i numerosissimi birrifici e le cucine di strada che hanno inviato la propria candidatura per il Salone 2020” conclude Carlotta Giordano.

Le candidature di partecipazione inviate per l’appuntamento estivo, rimangono valide per la prossima edizione.

Per info: SitoFacebookInstagram.

Buona birra a tutti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.