Amaro Baladin: il birrificio di Piozzo non produce solo buona birra!

0
29
Amaro Baladin: il birrificio di Piozzo non produce solo buona birra!
Amaro Baladin: il birrificio di Piozzo non produce solo buona birra!

Baladin, rinomato birrificio di Piozzo (CN), è considerato in Italia e all’estero come uno dei produttori birrai migliori del Bel Paese. Merito del carismatico gestore Teo Musso, da decenni pioniere di una vera e propria valorizzazione della birra artigianale, un tempo poco conosciuta e scarsamente apprezzata. Tuttavia è bene sapere che Baladin non è solo buona birra artigianale, ma anche la culla di un particolare amaro di birra rilassante e rinfrescante.

Birra Xyauyù

Si tratta di un amaro a base di birra Xyauyù, cervogia speciale invecchiata in legno, caratterizzata da complesse ed eleganti note ossidative, priva di schiuma e gassatura, che si completa con l’aggiunta di un particolare mix di botaniche tra cui radici di genziana e lavanda. Ingredienti che disegnano una raffinata complessità, donando al naso accentuati aromi floreali di lavanda e in bocca un sofisticato amaro legnoso della radice di genziana.

Come nasce l’idea di un amaro in casa Baladin?

La trovata di realizzare un amaro è figlia dell’irrequietezza di Teo che, si legge sul sito, una sera d’estate ammirando il tramonto delle colline delle Langhe si serve un bicchiere di Beermount, il vermouth di birra Baladin. La mente corre ai momenti in cui ha iniziato a pensarlo con l’idea di innovare ispirandosi alla tradizione. Si perde nella sua ricchezza di aromi, in cui la nota amaricata è necessaria esclusivamente ai fini dell’equilibrio. A casa tuttavia non mancano mai le spezie e allora ecco l’idea: esaltare l’amaro per produrre una nuova ricetta, quella appunto dell’amaro!

La sperimentazione iniziò proprio quella sera, in cui Teo aggiunse al Beermount la radice di genziana che lasciò in infusione per un giorno. Il risultato, seppure una semplice base di partenza, lo appagò, l’amaro era giusto, intenso e legnoso.

Con lo staff del Baladin, dunque, si riscrive la ricetta del Beermount, togliendo diverse botaniche tra cui l’assenzio e aggiungendone altre, abbinando alla radice di genziana la lavanda che completa, in contrapposizione alle sue note floreali, l’intensità dell’amaro della radice.

Nasce così l’amaro Baladin, un complesso tributo aromatico, di 20 %ABV, particolarmente indicato a fine pasto e come base per la realizzazione di ottimi cocktail.

Buona birra a tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.