Se la birra incontrasse lo yoga? Arriva il Beer Yoga!

0
320
beer yoga
beer yoga

Da una parte lo Yoga, una pratica ascetica e meditativa che nella tradizione hindu è intesa come mezzo di realizzazione e salvezza spirituale. Dall’altra la birra, una delle bevande più amate che nel corso della sua esistenza ha sempre supportato l’uomo. Tra i due campi sembrerebbe esserci una correlazione, in quanto entrambi giovano alla mente, al corpo e allo spirito. Ma cosa potrebbe nascere dalla loro unione? Semplicemente il Beer Yoga, una nuova disciplina che sta raccogliendo sempre più sostenitori.

Tra i diversi saluti che racchiudono il chakra se ne spunta la birra, preferibilmente fresca, che tra un esercizio e l’altro aiuta ad ottenere maggiore trascendenza e migliore conoscenza di se stessi. E’ una pratica nuova che arriva da Berlino, la quale ha raggiunto un grande successo soprattutto in Australia.

Ma in cosa consiste il Beer Yoga?

Il Beer Yoga nasce dalla mente di Jhula, uno Yogi di Berlino. E’ una pratica che concilia le classiche posizioni dello yoga ad una bottiglia di birra. Quest’ultima servirà ad agevolare l’equilibrio se adagiata sul capo, oppure ad allungare i muscoli se allontanata con gli arti dal corpo. Naturalmente il sorso è ammesso! Esso sarà utile per placare la sete e gratificare la mente, ma non deve rappresentare un’occasione di sbornia. La pratica è seria e lungi dall’essere un momento di perdizione alcolica. Come sottolinea il fondatore: “il Beer Yoga è divertente ma non è uno scherzo. Prendiamo le filosofie dello yoga e le abbiniamo al piacere di bere birra, per raggiungere i più alti livelli di consapevolezza.”

Sostanzialmente è un’attività rivolta a tutti, fatta eccezione per chi non ha raggiunto l’età minima per consumare alcolici. Non richiede particolare esperienza ne abilità sportiva. Un ottima idea che tra un esercizio e una buona bevuta, promette di conciliare “mens sana in corpore sano”!

Buona birra a tutti.

Articolo precedenteLo stile Porter: l’antica birra dei facchini
Articolo successivoI facchini di birra Peroni sono in sciopero!
Avatar of Il Birraio Matto
L'approccio alla birra? Pura curiosità! Col tempo la curiosità si è tramutata in passione e voglia d'imparare, scoprendo aspetti di una bevanda per niente scontata. Quasi per caso scopro la possibilità di fare birra in casa, e da lì la passione diventa qualcosa di più. Autodidatta convinto, ho iniziato a divorare pagine di libri, blog e forum, fino a realizzare nel 2015 la mia prima birra in casa! D'allora ad oggi, la voglia d'imparare e scoprire nuovi aspetti della birra non si è mai placata. Ma una cosa in realtà da quel 2015 è cambiata: la consapevolezza che il mondo della birra è un viaggio infinito e meraviglioso! Buona birra a tutti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.