Birra dell’Anno 2020. I vincitori!

0
307
Birra dell'Anno 2020
Birra dell'Anno 2020

Pochi giorni fa si è svolto a Rimini il Beer&Food Attraction. Una manifestazione di grande importanza nel settore birrario e gastronomico, che ha visto l’evolversi dell’attesissimo concorso organizzato da Unionebirrai. Finalmente sono stati resi noti risultati, che hanno premiato la Birra dell’Anno 2020 divisa per categorie.

Giunto ormai alla 15ª edizione, il concorso si conferma tra i più importati eventi birrai nazionali, che raccoglie un numero sempre crescente di birrifici artigianali. Per Birra dell’Anno 2020 i birrifici partecipanti sono stati 302, con 2.145 birre iscritte a concorso (8% in più rispetto al 2019).

Considerando i numeri e l’autorevolezza del’evento, che lo rendono tra i più importanti d’Europa, è stata nominata una giuria internazionale coordinata da Lorenzo Dabove (in arte Kuaska). I giudici scelti tra i personaggi più illustri del mondo brassicolo, sono stati 107.

La giuria dopo aver valutato le migliaia di proposte a concorso, ha stilato una lista di 126 birre, che hanno guadagnato il podio di Birra dell’Anno 2020 nelle 42 Categorie previste.

In aggiunta al concorso Birra dell’Anno 2020, il produttore (con almeno 3 birre in gara) che ha ottenuto il maggior numero di prime posizioni è stato eletto Birrificio dell’Anno 2020.

Ecco i vincitori di Birra dell’Anno 2020!

Cat. 1 – Birre chiare, a bassa fermentazione e basso grado alcolico. D’ispirazione tedesca e ceca (German e Bohemian Pilsiner).

  1. Birra Mastino – 1291
  2. Vetra – Vetra Pils
  3. The Wall – Pills

Menzione a Birrificio Legnone – Testa di Malto
Menzione ad Altotevere – A-T Pils

Cat. 2 – Birre chiare, a bassa fermentazione e basso grado alcolico. D’ispirazione europea (European Lager, Helles, Zwickl, Keller, Dortmunder Export).

  1. Birracruda – Helles
  2. Lzo – Cima
  3. Almond ’22 – Oro dei Poveri

Menzione a Opperbacco – Rusthell
Menzione a Elvo – Helles

Cat. 3 – Birre chiare e ambrate, a bassa fermentazione. Da basso ad alto grado alcolico, caratterizzate dall’evidente presenza di luppolo d’aroma e d’amaro. D’ispirazione americana (Hoppy Lager, Imperial Hoppy Lager).

  1. Birrificio La Piazza – American Jasper
  2. Birrificio Lariano – Bassa Marea
  3. Croce di Malto – German Wave

Menzione a Soralamà – Bitrex California
Menzione a Birrificio Artigianale Lievito e Nuvole – Hop2Space

Cat. 4 – Birre chiare e ambrate. Ad alta fermentazione e basso grado alcolico. D’ispirazione anglosassone (English Golden Ale, English Pale Ale).

  1. Barbaforte – San Lorenzo
  2. Fabbrica della Birra Perugia – Golden Jazz
  3. Birrificio Alveria – Blonde Ale

Menzione a Birra dell’Eremo – Nobile
Menzione a Foglie d’Erba – Haraban

Cat. 5 – Birre chiare e ambrate. A fermentazione ibrida e basso grado alcolico. D’ispirazione tedesca o americana (Kolsch, Alt, California Common, Cream Ale).

  1. Birra Elvo – Alterelvo
  2. Birrificio La Villana – Frisco
  3. Birrificio Altavia – Mukkaevia Vol.2

Menzione a Fabbrica della Birra Perugia – Don
Menzione a Mfb Manfattura Birre Bologna – Kappa

Cat. 6 – Birre ambrate e scure. A bassa fermentazione e basso grado alcolico. D’ispirazione tedesca (Vienna, Marzen, Monaco, Schwarz, Dark Lager).

  1. Les Bières du Grand St. Bernard – Balance
  2. Birrone – Scubi
  3. Couture – Vienna

Menzione a Birrificio 4 Mori – Pozzo 9
Menzione a Batzen – Dunkel

Cat. 7 – Birre chiare, ambrate e scure. A bassa fermentazione e alto grado alcolico. D’ispirazione tedesca (Bock, Doppelbock, Eisbock, Hellerbock, Maibock, Strong Lager).

  1. Birracruda – Bock
  2. Mukkeller – Wizzi
  3. Mastino – San Zen

Menzione a Batzen – Bock
Menzione a Oxiana – Hotbock

Cat. 8 – Birre ambrate, ad alta fermentazione. Basso e medio grado alcolico, d’ispirazione britannica (Mild, British Bitter, Extra Special Bitter, Irish Red Ale, British Brown Ale).

  1. Fabbrica della Birra Perugia – Cosmo Rosso
  2. Birrificio Petroniano – Magda
  3. Birrificio L’Orso Verde – Backdoor

Menzione a Birra del Bosco – Foxtail
Menzione a Ofelia – Nevermild

Cat. 9 – Birre chiare e ambrate. Ad alta fermentazione e basso/medio grado alcolico. Luppolate e d’ispirazione anglosassone (English Ipa).

  1. Beer In – Hop Hop
  2. Fabbrica della Birra Perugia – Suburbia
  3. Il Mastio – Mabon

Menzione a B Four Beer – Devil
Menzione a Birra Bellazzi – Soccia Vez

Cat. 10 – Birre chiare, ambrate e scure. Ad alta fermentazione e basso grado alcolico. Luppolate e d’ispirazione angloamericana (Session Apa, Session Aipa, Session Ipa).

  1. Hammer – Mini
  2. Altotevere – Mercy
  3. Crak – Mundaka

Menzione a Ritual Lab – Nerd Choice
Menzione a Argo – Turtle Bay

Cat. 11 – Birre chiare e ambrate. Ad alta fermentazione e basso grado alcolico. Luppolate e d’ispirazione americana (American Pale Ale).

  1. Ritual Lab – Head Space
  2. Birrificio Porta Bruciata – La Pallata
  3. Birrificio Dell’Etna – Ulysses

Cat. 12 – Birre chiare e ambrate. Ad alta fermentazione e medio grado alcolico. Luppolate e d’ispirazione americana (American Ipa).

  1. Birrificio Lariano – American Hype
  2. Birrificio Argo – Hoppy Wan Kenobi
  3. Crak – American Ipa Mosaic Tap Crak

Menzione ad Altotevere – Freezo
Menzione a The Wall – Firewitch

Cat. 13 – Birre chiare e ambrate. Ad alta fermentazione e alto grado alcolico. Luppolate e d’ispirazione angloamericana (Double Ipa, Imperial Ipa).

  1. Mc77 – Breaking Hops
  2. Pintalpina – Sbrega
  3. Birrificio Amerino – Masika

Menzione a Birrificio Lariano – Clube
Menzione a Ritual Lab – Too Nerdy

Cat. 14 – Birre chiare, ad alta fermentazione. Basso e medio grado alcolico, con l’uso di frumento ed altri cereali. Luppolate e d’ispirazione angloamericana (White Ipa, American Wheat).

  1. Birra Gaia – Grulla
  2. Porta Bruciata – Shantung
  3. Muttnik – Albina

Menzione a Birrificio Epica – Kore

Cat. 15 – Birre ambrate e scure, ad alta fermentazione. Da basso ad alto grado alcolico e luppolate. D’ispirazione angloamericana (Red Ipa, Brown Ipa, Black Ipa).

  1. Eastside – Sera Nera
  2. Vecchia Orsa – Rye Charles
  3. Rurale – Red Zeppelin

Cat. 16 – Birre chiare, ambrate e scure, ad alta fermentazione. Da basso ad alto grado alcolico e luppolate. D’ispirazione angloamericana (Speciality Ipa, Rye Ipa, Belgian Ipa, Aipa e Apa fermentate a bassa).

  1. Lambrate – Robb De Matt;
  2. Birra Bellazzi – Red Hot Hops Chili Peppers
  3. Brewfist – Space Frontier

Menzione a Brewfist – Caterpillar
Menzione a Birranova – Rye Action

Cat. 17 – Birre chiare e ambrate. Ad alta fermentazione e massicciamente luppolate in aroma. D’ispirazione statunitense (New England Ipa).

  1. Crak – Giant Double Step
  2. Crak – Pianura Padana
  3. Crak – Plain of The Po

Cat. 18 – Birre strong ale, d’ispirazione angloamericana (English Strong Ale, American Strong Ale, Scottish Ale Export, Heavy Scottish Ale).

  1. Birrificio Artigianale Alba – Dogma
  2. Okorei – Tramalti
  3. Birra 100Venti – Sir Alestrong

Cat. 19 – Birre scure, ad alta fermentazione e basso grado alcolico. D’ispirazione anglosassone (Porter, Stout).

  1. Ritual Lab – Black Belt
  2. Foglie d’Erba – Hot Night At The Village
  3. La Birrofila – Last Out

Menzione a Birrificio Ventitré – Urania
Menzione a Fabbrica della Birra Perugia – Chocolate Porter

Cat. 20 – Birre scure, ad alta fermentazione e basso grado alcolico. D’ispirazione americana (American Porter, American Stout).

  1. Mukkeller – Corva Nera
  2. Hammer – Bulk
  3. Birra Eretica – Dolcenera

Menzione a Birrificio dei Castelli – Calix Niger
Menzione a La Spezia Brewing Company – Scuriosa

Cat. 21 – Birre scure, ad alta fermentazione e alto grado alcolico. D’ispirazione angloamericana (Robust/Baltic Porter, Imperial Porter, Russian Imperial Stout).

  1. Ritual Lab – Papanero
  2. Mastino – Teodorico
  3. Hammer – Daarbulah

Menzione a Foglie d’Erba – Hot Night At The Village Robust Porter
Menzione a Brewfist – X-Ray

Cat. 22 – Alta fermentazione e alto grado alcolico. D’ispirazione angloamericana (Barley Wine, Olde Ale, American Barley Wine).

  1. Brewfist – Vecchia Lodi 2018
  2. Crak – Mansueto 2017
  3. Crak – Mansueto 2018

Menzione a Baladin – Xyauyù Kentucky 2016
Menzione a Almond ’22 – Oak

Cat. 23 – Birre chiare, ambrate e scure. Ad alta fermentazione con lievito weizen e uso di frumento maltato. Da basso ad alto grado alcolico. D’ispirazione tedesca (Weizen, Dunkelweizen, Weizenbock).

  1. Batzen – Weisser Bock
  2. Birrificio Val Rendena – Brenta Brau Weizen
  3. Serra Storta – Bianca

Menzione a Sguaraunda/La Bergamasca – Weiss
Menzione a La Birrofila – Graz

Cat. 24 – Birre chiare, ad alta fermentazione. Basso grado alcolico, con uso di frumento non maltato. D’ispirazione belga (Blanche, Witbier).

  1. Mc77 – San Lorenzo
  2. Bibibir – Witaly
  3. Beha Brewing Company – Kermesse

Menzione a Mastino – Altaluna

Cat. 25 – Birre chiare, ad alta fermentazione e bassa gradazione alcolica. D’ispirazione belga (Belgian Blond, Belgian Pale Ale).

  1. Birralfina – Annozero
  2. Filodilana – Beeela
  3. Alveria – Eclipse

Cat. 26 – Birre chiare e ambrate, ad alta fermentazione. Da basso ad alto grado alcolico. D’ispirazione belga (Saison, Biere de Garde, Farmhouse Ale).

  1. Birrificio Amerino – Northup
  2. Diciottozerouno – Ocra
  3. La Spezia Brewing Company – Contadina

Cat. 27 – Birre chiare, ad alta fermentazione e alto grado alcolico. D’ispirazione belga (Belgian Golden Strong Ale, Tripel).

  1. Opperbacco – Quis Ut Deus
  2. Manerba – The Belgian Queen
  3. B94 – Santirene

Menzione a Bibibir – Vedo Triplo
Menzione a Birrificio della Granda – Spirituale

Cat. 28 – Birre scure, ad alta fermentazione e alto grado alcolico. D’ispirazione belga (Belgian Dark Strong Ale, Dubbel, Quadrupel).

  1. Birrificio Artigianale Alba – Marte
  2. Retorto – Black Lullaby
  3. Kamun – Nucis

Menzione a Birrificio del Forte – Regina del Mare
Menzione a La Birrofila – Jeivù

Cat. 29 – Birre chiare, ambrate e scure. Ad alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di spezie.

  1. Foglie d’Erba – Foglie di Tè
  2. Foglie d’Erba – Hot Night At Village Breakfast Edition
  3. Mc77 – Fleur Sofronia

Menzione a Picobrew – Road To Vallonia Etichetta Arancione
Menzione a Il Conte Gelo – Nonno Gelo

Cat. 30 – Birre chiare, ambrate e scure. Ad alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di caffè e/o cacao.

  1. Mister B – Boodino
  2. Lambrate – Tiramisù Imperial Stout
  3. The Lure – Queen

Menzione a Crak – Moka Ciok
Menzione a Sagrin – Mattos

Cat. 31 – Birre chiare, ambrate e scure. Ad alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di cereali speciali (compresi grani antichi).

  1. Terrantiga – Istadi
  2. Birrificio Birranova – Arsa
  3. Birra Magester – L’idea

Menzione a Croce di Malto – Piedi Neri
Menzione a Bionoć – Birre della Terra – Segalina

Cat. 32 – Birre chiare, ambrate e scure. Ad alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, affumicate e torbate.

  1. Birrificio La Gramigna – Diavola
  2. Les Bières Du Grand St. Bernard – Rauch
  3. Rurale – Smoky

Menzione Eastside – Fumo Lento
Menzione Labi – Smoke’n Roll

Cat. 33 – Birre chiare, ambrate e scure. Ad alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, affinate in legno.

  1. El Issor – Elatan Rrk
  2. Batzen – Gran Fumè Cuvee
  3. Baladin – Xyauyù Kioke

Menzione a Opperbacco – N.1
Menzione a Fabbrica della Birra Perugia – Santa Ila

Cat. 34 – Birre chiare, ambrate e scure. Ad alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, con uso di frutta.

  1. Crak – Cantina Mirtilli
  2. Lariano – Mugnach
  3. Ofelia – La La Blend

Menzione a Eastside – Sour Side Sour Cherry
Menzione a El Issor – Agriotta

Cat. 35 – Birre chiare, ambrate e scure. Ad alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, con uso di castagne.

  1. La Ribalta – Iside
  2. Birrificio del Vulture – Druda
  3. Aleghe – La Brusatà

Menzione a Birrificio 4 Mori – Pozzo 3
Menzione a Beltaine – Beltaine Castagne Affumicate

Cat. 36 – Birre chiare, ambrate e scure. Ad alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, con uso di miele.

  1. Ibeer – Bee Bock
  2. Birra Elvo – Bock di Natale
  3. Benaco 70 – Honey Ale

Menzione a Birrificio Legnone – Molthoney
Menzione a Birrificio del Forte – Cintura d’Orione

Cat. 37 – Birre chiare, ambrate e scure. A fermentazione alta, bassa o spontanea anche con uso di brettanomyces. Da basso al alto grado alcolico, caratterizzate dalle note acide (Sour Ale).

  1. Bionoc – Albicoppe
  2. Opperbacco – Nature Pesca
  3. Crak – Cantina Pesche 2018

Menzione a Crak – Cantina Pesche 2017
Menzione a Ca’ del Brado – Cuvèe De Zrisa

Cat. 38 – Birre chiare, ad alta fermentazione e basso grado alcolico. Salate e/o lattiche, d’ispirazione tedesca (Berliner, Gose).

  1. Evoqe Brewing – Evoqesour #1
  2. Batzen – Gosexy
  3. La Buttiga Craft Brewery – Goslar 1826

Menzione a Evoqe Brewing – Luci Rosse

Cat. 39 – Birre chiare, ambrate e scure. Ad alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico. Con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve bianche (White Italian Grape Ale).

  1. La Fenice – Brewine
  2. Birra dell’Eremo – Selva
  3. Filodilana – Fuori dal Gregge
  4. Menzione a Morgana – Wine Not?

Cat. 40 – Birre chiare, ambrate e scure. Ad alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico. Con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve rosse (Red Italian Grape Ale).

  1. Birra dell’Eremo – Madra
  2. Birrificio del Forte – Il Tralcio
  3. Mezzopasso – Biga Rosè

Menzione a Carrobiolo – Mo’ Scanzati Azzo!
Menzione a Birrificio Castagnero – H-Iga

Cat. 41 – Birre chiare, ambrate e scure. Ad alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico. Con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve rosse o bianche, caratterizzate da note acide (Sour Italian Grape Ale).

  1. Opperbacco – Nature Terre Caprera
  2. Birrificio Italiano/Klanbarrique – Marzarimen
  3. Opperbacco – Nature Terre Fiore – Podere San Biagio

Menzione a Birra dell’Eremo – Selva Sour
Menzione a Opperbacco – Nature Terra Emidio Pepe

Cat. 42 – Birre chiare, ambrate e scure. Ad alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico. D’ispirazione libera e non rientranti in nessuna delle precedenti categorie (Extraordinary Ale/Extraordinary Lager).

  1. Nemus – Flora
  2. Carrobiolo – Italian Tomato Ale
  3. Birra dell’Eremo – Onnetempo

Menzione a Croce di Malto – Helles Diablo
Menzione a Carrobiolo – Senatrix

Fonte Unionebirrai.

Birrificio dell’Anno 2020

A vincere il titolo di Birrificio dell’Anno 2020, con tre birre classificate in prima posizione, è stato Ritual Lab Brewing&Growing.
Il Ritual Lab è nato come laboratorio nel 2011 a Formello, in provincia di Roma. Roberto e Giovanni Faenza (padre e figlio) inizialmente affiancati dal mastro birraio Emilio Maddalozzo, cominciano come Beer Firm. Ma la passione per la birra, li spinge quattro anni dopo ad aprire un vero e proprio birrificio.

Le birre premiate a Birra dell’Anno 2020 del Ritual Lab sono state:

  • Cat. 11 – Head Space
  • Cat. 19 – Black Belt
  • Cat. 21 – Papanero

Buona birra a tutti

Articolo precedenteLa birra in Italia piace. Lo dice il report di AssoBirra!
Articolo successivoIl Reinheitsgebot. La garanzia sulla purezza della birra
Avatar of Il Birraio Matto
L'approccio alla birra? Pura curiosità! Col tempo la curiosità si è tramutata in passione e voglia d'imparare, scoprendo aspetti di una bevanda per niente scontata. Quasi per caso scopro la possibilità di fare birra in casa, e da lì la passione diventa qualcosa di più. Autodidatta convinto, ho iniziato a divorare pagine di libri, blog e forum, fino a realizzare nel 2015 la mia prima birra in casa! D'allora ad oggi, la voglia d'imparare e scoprire nuovi aspetti della birra non si è mai placata. Ma una cosa in realtà da quel 2015 è cambiata: la consapevolezza che il mondo della birra è un viaggio infinito e meraviglioso! Buona birra a tutti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.